Corso di Laurea (triennale, o di primo livello)

La Laurea fornisce una preparazione per l’analisi e la soluzione di problematiche con l’applicazione di strumenti conoscitivi consolidati, adeguata per affrontare le tematiche che con maggior frequenza interessano la pratica generale del settore professionale. Il percorso didattico è orientato all’acquisizione delle nozioni di base comuni ai diversi ambiti di intervento dell’ingegnere ambientale che, opportunamente potenziate con i fondamenti disciplinari specifici delle principali aree di intervento, configurano una formazione allineata con i seguenti obiettivi:

  • fornire una visione completa delle principali problematiche connesse alla salvaguardia dell’ambiente e delle risorse;
  • acquisire i fondamenti conoscitivi per:
    • la descrizione e la valutazione dei fenomeni di inquinamento dell’acqua, dell’aria e del suolo;
    • l’identificazione e la predisposizione degli interventi di difesa, pianificazione e gestione del territorio, delle risorse naturali e degli ecosistemi da rischi naturali e di origine antropica;
    • l’utilizzo di strumenti cartografici e di sistemi informativi di base per la gestione e l’acquisizione di dati ambientali;
    • la valutazione dell’impatto sull’ambiente di grandi opere, di piani regolatori e di nuove normative;
    • l’identificazione e valutazione delle tecnologie di recupero della qualità dell’acqua, dell’aria e del suolo;
    • l’applicazione di strumenti di simulazione ed ottimizzazione per operare scelte efficienti.

Schema L.1

La struttura generale del corso prevede un primo anno dedicato all’acquisizione di una solida preparazione nelle conoscenze di base (analisi matematica e geometria, fisica, chimica, informatica ed economia), opportunamente declinata verso le peculiari esigenze dell’ingegneria ambientale. Negli anni successivi la formazione è orientata alle discipline caratterizzanti il settore, con l’ultimo anno che propone quei contenuti maggiormente finalizzati alle esigenze applicative tramite l’utilizzo di consolidate tecniche ingegneristiche di intervento, attualizzandone il loro sviluppo ed aggiornamento nelle principali tematiche di interesse della figura professionale. Le attività formative in tal senso sono coordinate con esperienze di approfondimento pratico che coinvolgono laboratori didattici monodisciplinari o interdisciplinari (EnvLAB) e comprensive di scelte opzionali per integrare adeguatamente le attitudini professionali con importanti nozioni interdisciplinari mutuabili da settori affini. E’ anche prevista la possibilità di svolgere stages ed attività di tirocinio, eventualmente finalizzati allo sviluppo dell’elaborato per l’esame di laurea.
Scarica la brochure del Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio.

Sbocchi professionali

Il laureato in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio trova collocazione nei seguenti settori professionali:

  • enti e servizi pubblici di monitoraggio, controllo e protezione dell’ambiente e del territorio e di valutazione della compatibilità ambientale di piani ed opere;
  • autorità e agenzie di pianificazione e controllo del territorio e delle risorse ambientali, geologiche ed energetiche;
  • aziende e società di gestione delle reti tecnologiche dei servizi di pubblica utilità;
  • aziende produttrici di impianti per il trattamento di reflui liquidi e gassosi, per la produzione di energia e per la gestione e smaltimento dei rifiuti;
  • aziende per la produzione e la gestione di strumentazione ambientale, di sensori remoti e di sistemi e reti di monitoraggio ambientale;
  • società di ingegneria, studi professionali e società di servizi territoriali e ambientali;
  • imprese di costruzione e manutenzione di opere e interventi di difesa del suolo e di risanamento di terreni contaminati;
  • divisione ambiente e/o territorio di grandi aziende;
  • servizi tecnici e cartografici nazionali e regionali

image1

I laureati in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio, previo superamento dell’Esame di Stato, possono iscriversi all’Albo degli Ingegneri nel settore “a) ingegneria civile ed ambientale”, con il titolo di Ingegnere Iunior.

Durata del corso

3 anni

Modalità di ammissione al corso di laurea

Le modalità di ammissione al corso di laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio sono disponibili sul sito del Politecnico di Milano

Regolamento Didattico

I regolamenti didattici dei corsi di laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio sono disponibili sul sito della  Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale

Esami di laurea

Il segretario degli esami di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio è il prof. Roberto Canziani

Il nuovo regolamento degli esami di laurea è disponibile sul sito della Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale.

Il calendario degli appelli di laurea è disponibile sul sito della Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale.